Guido Marangi (Chromavis Abo): “Rammarico per essere entrati in partita tardi”

Chromavis Abo Offanengo Volley B1 femminile girone A

Il vice di Dino Guadalupi (squalificato) ha condotto il timone della squadra nell’esordio con sconfitta di sabato scorso a San Donà di Piave contro le giovani dell’Imoco (3-1)

 

 

Purtroppo il risultato non è stato favorevole e non contribuirà a fargli ricordare in modo indelebile la sua prima panchina a Offanengo, dove è approdato in estate dalla sua Perugia dove ha allenato in categoria la 3M Pallavolo. Complice la squalifica di coach Dino Guadalupi (con cui aveva lavorato anche in B1 a Pavia nella stagione 2015-2016), sabato scorso il timone della Chromavis Abo a San Donà di Piave è stato condotto da Guido Marangi, vice allenatore della prima squadra di Offanengo (oltre a essere tecnico dell’under 14) sconfitta in quattro set dalle giovani locali dell’Imoco.

Una partenza ad handicap, dunque, per le neroverdi cremasche, mai in partita nei primi due set, capaci di reagire con decisione solo nel terzo prima di duellare nella quarta frazione, persa però 25-20.

“Nei primi due set – commenta Marangi ripercorrendo l’amaro esordio – abbiamo pagato quasi lo scotto dell’inizio campionato, faticando su tutti gli aspetti di gioco. L’Imoco è una squadra giovane e ha giocato più sciolta fin da subito, mentre noi eravamo tesissimi: anche le cose più semplici, basilari, sembravano molto complicate”.

Nel terzo set c’è stata finalmente la reazione.

“Abbiamo messo sul rettangolo di gioco più determinazione, a partire dalla difesa, dove in precedenza eravamo in grande difficoltà”.

Poi il braccio di ferro nella quarta frazione, con la volata sfavorevole che ha chiuso i conti.

“Ci può stare giocare un set alla pari e perderlo nel finale; il rammarico più grande è quello di esser andati sotto 2-0 senza praticamente giocare come sappiamo. Anch’io in panchina sono un po’ rimasto sorpreso da questo inizio”.

Che tipo di difficoltà ha trovato la Chromavis Abo in questo esordio negativo?

“Credo più di stampo mentale, di approccio alla partita di quello che era il primo match ufficiale dell’anno. Ora bisogna lavorare, ripartire e resettare questo risultato negativo, pensando alla prossima sfida, sapendo – come abbiamo visto del resto – che in B1 sono tutte toste”. Prossima sfida che sarà in agenda domenica alle 18 al PalaCoim di Offanengo contro Volta Mantovana.