Per la Chromavis Abo un esame superato alla Volta: 3-2

Chromavis Abo Offanengo Volley B1 femminile girone A

In terra mantovana la squadra di Dino Guadalupi conquista la vittoria al tie break (secondo consecutivo) e difende il primo posto, consolidando anche il record di successi consecutivi (10 contro gli 8 dello scorso anno con Leo Barbieri in panchina)

 

 

Un esame (superato) … alla Volta. Il gioco di parole calza a pennello alla Chromavis Abo, corsara anche questa sera a Volta Mantovana nella seconda giornata di ritorno del campionato di B1 femminile (girone B). Dopo il sofferto 3-2 casalingo al PalaCoim contro le giovani dell’Imoco San Donà, la squadra di Dino Guadalupi ha concesso il bis anche al PalaValle contro le padrone di casa targate Nardi, battute 15-10 al tie break .
Il successo in terra mantovana (il primo del girone di ritorno e che fa il paio con quello dell’andata sul campo cremasco) regala a Offanengo una doppia soddisfazione: in primis, permette alle neroverdi cremasche di difendere il primato in classifica, seppur con una lunghezza sola di vantaggio, in vista del doppio appuntamento casalingo consecutivo in arrivo, prima domenica 23 febbraio contro l’Anthea Vicenza e poi il 1 marzo contro la Duetti Giorgione dell’ex Pomì Francesca Marcon.

C’è di più: per la Chromavis Abo la striscia di successi consecutivi sale a quota dieci, consolidando anche il record della scorsa stagione messo a segno con in panchina Leo Barbieri, vincitore all’esordio l’8 dicembre 2018 a Varese per poi inanellare altri sette successi consecutivi prima dello stop a Lecco del 23 febbraio 2019.

Al di là delle curiosità statistiche, per Porzio e compagne è arrivato un altro risultato importante nella marcia offanenghese, con il termometro della convinzione che continua salire, anche se le ancore dell’umiltà e della cultura della crescita continua sono i contrappesi che accompagnano la positiva quotidianità della squadra di Guadalupi.

Al PalaValle è stato un lungo braccio di ferro durato cinque set, con Offanengo due volte in vantaggio e con le mantovane del cremonese Federico Bonini capaci di ribattere colpo su colpo fino al set corto, dove la Chromavis Abo l’ha spuntata 15-10. Nella metà campo cremasca, 15 muri vincenti di squadra, mentre a livello individuale spiccano i 26 punti dell’opposto Federica Stroppa.

Contro un avversario particolarmente brillante in difesa, la Chromavis Abo può recriminare per aver commesso qualche errore di troppo soprattutto nella prima parte del match, faticando in alcune situazioni di azioni prolungate. Peccato anche per un vantaggio non concretizzato nel quarto set che avrebbe magari potuto dare uno slancio verso la conquista del bottino pieno. Tra i segni più, ancora una volta lo spirito di squadra anche nei momenti di difficoltà e un bel quinto set, giocato ad alta qualità.

LE DICHIARAZIONI POST-GARA:

Federica Stroppa (opposta Chromavis Abo): “Sapevamo come fosse un campo molto difficile, d’ora in poi sarà sempre così, con tutte le squadre che ci affronteranno con il coltello tra i denti. Noi abbiamo un po’ peccato nella correlazione muro-difesa, ma il carattere e la voglia di portare a casa la vittoria ci hanno aiutato verso il successo”.

NARDI VOLTA MANTOVANA-CHROMAVIS ABO 2-3

(22-25, 25-22, 14-25, 25-22, 10-15)

NARDI VOLTA MANTOVANA: Danieli 5, Tesanovic 10, Benetti 9, Errichiello 18, Vidi 14, Ferrarini 10, Di Nucci (L), Morandini, Fiore 1, Fedrizzi 1, Sandrini. N.e.: Pedretti. All.: Bonini

CHROMAVIS ABO: Porzio 8, Cheli 15, Nicolini 4, Guasti 15, Rettani 11, Stroppa 26, Giampietri (L), Cortelazzo 2. N.e.: Rossi, Cicoria, Riccardi (L), Padula, Marchesi. All.: Guadalupi

ARBITRI: Davide Ugolotti e Daniele Stazio