L'Abo Offanengo vince il braccio di ferro con il Brembo

Volley B2 femminile girone C

Conquista la finale del Memorial Polloni-Torneo Taverna

Davanti al pubblico amico del PalaCoim, la squadra di Annalisa Zanellati la spunta al tie break contro le bergamasche e attende la vincitrice tra Banca Cremasca Crema e Delta Engineering Argentia Gorgonzola. Sabato le finali.

OFFANENGO (CREMONA), 29 SETTEMBRE 2015 - Una finale strappata con i denti e con il cuore, nonostante un avversario tosto e la stanchezza derivante dalla terza amichevole in altrettanti giorni. Grazie a una prova di carattere, l'Abo Offanengo esordisce al meglio nella semifinale del Memorial Polloni-Trofeo Taverna, superando 3-2 il Brembo Volley Team nel match giocato al PalaCoim di Offanengo. Grazie a questo successo, la squadra di Annalisa Zanellati accede alla finale, dove incontrerà la vincitrice tra Banca Cremasca Crema e Delta Engineering Argentia Gorgonzola, che si sfideranno mercoledì al PalaBertoni di Crema.

Sabato la giornata conclusiva alla palestra "Donati" di via Toffetti a Crema: alle 16:00 finale terzo-quarto posto, alle 18:00 la finalissima che vedrà in campo l'Abo e infine le premiazioni.
Reduci dal week end di Varese (dove hanno vinto le amichevoli contro il Bodio Lomnago e contro le svizzere del Sag Gordola), le ragazze di Offanengo hanno saputo stringere i denti contro il Brembo, squadra ostica potendo contare su un'ottima battuta e su un solido sistema di muro-difesa. Dopo un bel primo set, dove l'Abo ha messo in mostra le proprie qualità tecniche, Fridrihsone e compagne hanno sprecato l'opportunità di volare sul 2-0, salvo poi imporsi nel terzo set. A questo punto è affiorata la stanchezza, mostrata in modo evidente nel quarto set. Tutti al tie break, dove la voglia di vincere dell'Abo è stata più forte dell'acido lattico nei muscoli. Tra le prove individuali, spiccano i sette muri della centrale Viviana Vincenti (19 punti complessivi grazie a un'ottima intesa con la giovane palleggiatrice Giulia Malvicini) e i 20 palloni messi a terra dalla schiacciatrice Alice Caputo, importante anche nel tie break.
Nel primo set, determinante l'apporto della giovane laterale Alessia Zanello, solida in ricezione e brillante in attacco.

LA PARTITA - L'Abo Offanengo scende inizialmente in campo con Malvicini in palleggio, Zanello opposta, Caputo e Grassi in banda, Vincenti e Rettani al centro e Bossi libero.
Le bergamasche rispondono con la diagonale Marini-Gatti, con D'Agata e Fumagalli in posto quattro, Signorelli e Lorenzi centrali e Colantuoni libero.
Dopo un avvio equilibrato, le cremasche mettono la freccia con i contrattacchi di Caputo (pipe) e Grassi (mani-out) per il 10-7. La risposta delle bergamasche ospiti passa attraverso la battuta, con il turno al servizio di Fumagalli che ribalta la situazione: 11-13.
Offanengo, però, scaccia subito i fantasmi: muro di Rettani per il 13-13, poi ace di Vincenti per il +2 (15-13). Zanello ingrana, Gatti regala e arriva così il 18-14. La stessa opposta del Brembo si riscatta in battuta (18-17), ma il turno al servizio di Caputo spinge l'Abo verso il 21-17. Sussulto ospite (22-20), poi Vincenti mette il set in cassaforte per il 25-21 locale.
In avvio di secondo parziale, la squadra di Annalisa Zanellati trova difficoltà in attacco tra errori e muri avversari (2-5). La quadratura del cerchio passa attraverso le schiacciate di Caputo e i muri di Caputo per il sorpasso (6-5). L'Abo macina gioco e allunga (12-8), poi pecca di fretta e ha qualche sbavatura in difesa che aiuta Brembo ad annullare il gap (15-15). Caputo picchia forte da posto quattro per il +2, le bergamasche non mollano e trovano l'ace del 18-17 che costringe Zanellati a chiamare il time out. Zanello aiuta le padrone di casa con due attacchi consecutivi (21-21) che portano all'arrivo in volata. Offanengo ha due set ball (24-22), ma non li sfrutta, così come la terza palla set (25-25). Time out cremasco, ma Brembo è più cinico e non si fa sfuggire l'unica occasione per riaprire il match: 27-25 e un set pari.
Nella terza frazione, l'Abo ritorna in campo con il capitano Fridrihsone al posto di Grassi in banda. Il parziale è in equilibrio (10-10), poi il turno in battuta di Caputo lo spezza con la complicità in attacco di Fridrihsone e Zanello (16-13). La centrale Vincenti è una spina nel fianco del muro e della difesa ospiti (20-16). Il Brembo si affida all'ace di D'Agata per innescare la rimonta (20-18), ma Offanengo non si fa sorprendere: 25-22 e 2-1.
Per le cremasche, non è ancora ora di festeggiare: la squadra di Mirco Belotti, infatti, non alza bandiera bianca e dà battaglia nel quarto set, allungando 7-4 con un ace. E' la battuta l'arma "calda" del Brembo, con due servizi vincenti dell'opposto Gatti che valgono il 10-6 e il time out chiamato dalla panchina Abo. Nella metà campo di Offanengo c'è scarsa lucidità e così Grassi rileva Zanello, poi Bassi avvicenda Fridrihsone e lo stesso fa Raimondi in regia con Malvicini, ma Brembo passeggia verso il 25-13 che vale il tie break.
Il set corto vede l'Abo cambiare campo sul +3, poi il muro di Vincenti e il contrattacco di Caputo spianano la strada all'Offanengo (10-5), che si impone 15-9 con l'attacco vincente della stessa Caputo.


 I tabellini:

ABO OFFANENGO - BREMBO VOLLEY TEAM 3-2 (25-21, 25-27, 25-22, 13-25, 15-9)
ABO OFFANENGO: Grassi 5, Vincenti 19, Malvicini 6, Caputo 20, Rettani 6, Zanello 14, Bossi (L), Fridrihsone 3, Raimondi, Bassi.
N.e.: Mazzurini, Micheletto.
All.: Zanellati


BREMBO VOLLEY TEAM: Fumagalli 20, Signorelli 13, Gatti 7, D'Agata 10, Lorenzi 9, Marini 7, Colantuoni (L), Casali, Guerini 5, Kasapovic.
N.e.: Noya, Asperti, Carminati.
All.: Belotti
ARBITRI: Gianluca Fumagalli ed Elena Viscardi.
NOTE: Durata set: 28', 32', 27', 24', 15' per un totale di 2 ore e 6 minuti di gioco.
Abo Offanengo: battute sbagliate 8, ace 4, ricezione perfetta 43 per cento, attacco 30 per cento, muri 15, errori 33
Brembo Volley Team: battute sbagliate 9, ace 11, ricezione perfetta 46 per cento, attacco 27 per cento, muri 12, errori 30