Una nuova centrale per la Chromavis Abo: Stefania Padula

Chromavis Abo Offanengo Volley B1 femminile girone A

Classe 1995, è reduce dall’esperienza in A2 con Olbia e affiancherà Lisa Cheli nel cuore della rete di Offanengo. Curiosità: oltre a essere pallavolista, lavora come modella

 

Un’esperienza nuova, dall’isola alla terraferma esplorando latitudini mai scoperte fin qui. Dalla Sardegna a Offanengo per recitare un ruolo da protagonista insieme alla squadra. La Chromavis Abo dà il benvenuto a Stefania Padula, centrale classe 1995 reduce dall’esperienza in A2 con l’Hermaea Olbia. Nel cuore della rete neroverde, la Padula affiancherà la confermata Lisa Cheli.

Nata il 15 luglio 1995 a San Pietro Vernotico (Brindisi), Stefania (che divide le proprie origini tra Puglia e Sicilia) ha mosso i primi passi pallavolistici nella Nike Volley Lecce per poi approdare alla Florens Castellana Grotte, disputando la Girl League. Nella stagione 2013-2014 ha conquistato la promozione dalla C alla B2 con Cutrofiano, per poi festeggiare a ruota il bis con l’approdo in B1. Ancora Puglia, prima con Brindisi (B2) e poi con il biennio a Manfredonia (B2 e B1), mentre nella scorsa stagione è arrivato lo sbarco in serie A indossando la maglia di Olbia. Il presente e il futuro prossimo, infine, rispondono al nome di Offanengo.

“Non sono mai venuta a giocare così “in alto” come latitudine – sorride Stefania – la scorsa stagione a Olbia è stata utile a livello personale, dove ho anche trovato spazio nella prima parte dell’annata pallavolistica. La scelta della Chromavis Abo? Tutte le persone mi hanno parlato bene di questo ambiente sotto vari aspetti, lo stesso vale sul conto di coach Dino Guadalupi. Inoltre, mi stimolano gli obiettivi ambiziosi della società”.

Curiosità: Stefania concilia la pallavolo (“che per me resta al primo posto”) con il lavoro da modella (“soprattutto in estate”), dove è presenza fissa al Lecce Fashion Week e dove in carriera vanta anche due finali regionali (con Puglia e Sicilia) a Miss Italia, sfiorando la fase nazionale conclusiva del celebre concorso di bellezza.

“Con coach Dino Guadalupispiega il direttore sportivo della Chromavis Abo, Stefano Condina – abbiamo visionato diverse atlete che potessero ricoprire il ruolo di seconda centrale (C2), dando importanza al fondamentale del muro e Stefania ci è sembrata fin da subito adatta al nostro progetto sportivo. E’ una ragazza che si è affacciata da poco in queste categorie (A2 e B1), ma che sono sicuro possa fare molto bene e crescere ulteriormente con l’apporto di Dino e del suo staff”.

IL PUNTO SULLA NUOVA CHROMAVIS ABO - Stefania Padula è il decimo tassello del mosaico della rosa affidata a coach Dino Guadalupi, oltre a essere il secondo volto del reparto centrale insieme a Lisa Cheli. Definite le coppie di liberi (Alice Giampietri e Camilla Riccardi) e palleggiatrici (Cecilia Nicolini ed Elena Maria Cicoria), nel reparto laterale figurano al momento le opposte Federica Stroppa e Virginia Marchesi e le schiacciatrici Noemi Porzio (capitano) e Alessandra Guasti.