Il direttore sportivo Stefano Condina (Chromavis Abo): “Dobbiamo dimostrare velocemente il nostro valore e la nostra identità”

Chromavis Abo Offanengo Volley B1 femminile girone A

Il dirigente di Offanengo torna sul derby di domenica scorsa al PalaCoim perso contro Ostiano e inquadra il nuovo match casalingo in arrivo contro Costa Volpino

 

 

Un messaggio alla squadra, senza troppi giri di parole, ma sempre in ottica costruttiva, spronandola a far vedere in campo il vero valore. In casa Chromavis Abo, il direttore sportivo Stefano Condina analizza il ko di domenica scorsa al PalaCoim nel derby provinciale di B1 femminile contro la Csv-Ra.Ma Ostiano, un 3-1 a favore delle cremonesi dove Offanengo (al netto dei meriti delle avversarie) ha offerto una prova sottotono. All’orizzonte, invece, c’è un altro match casalingo, previsto domenica alle 17,30 al PalaCoim (a porte chiuse, telecronaca di Francesco Jacini e Cesare Grassi in diretta sul canale Youtube del Volley Offanengo) contro la Cbl Costa Volpino, che guida la classifica del girone B2 con 8 punti e 3 vittorie in altrettante partite.

A caldo hai definito sbagliato l’atteggiamento della squadra nel derby contro Ostiano: è stato un campanello d’allarme improvviso?

“L’approccio negativo alla gara e l’atteggiamento sbagliato erano già capitati in modo sporadico durante la fase di pre-campionato nei tanti allenamenti congiunti disputati, ma pensavo che le cause di questa problematica fossero la lunga inattività e il campionato rimandato. Evidentemente mi sono sbagliato e domenica abbiamo dimostrato di avere un problema che risolveremo”.

A mente più fredda invece cosa rimane della partita di domenica scorsa? C’è stato anche qualche lato positivo?

“Di positivo non ho visto niente, la squadra non si è mai espressa per il valore che ha ed è sempre stata in balia dell’avversario che ha messo in campo determinazione e grinta vincendo meritatamente la gara. Siamo stati disordinati nella correlazione muro-difesa e fallosi in tutti i fondamentali, ci siamo scollati fin da subito e sono emerse tutte le nostre insicurezze e fragilità. Rimane la consapevolezza che questi non sono la nostra identità di squadra e il nostro valore; ora però dobbiamo dimostrarlo in campo velocemente”.

Domenica nuovo appuntamento casalingo, questa volta contro Costa Volpino: che squadra ti aspetti dall’altra parte della rete?

“Costa Volpino è una squadra costruita molto bene nel mercato estivo dal ds Fabio Dell’Orto, con giocatrici di indubbia esperienza e qualità tecniche. Tra l’altro, c’è una nostra ex giocatrice, l’opposta Federica Stroppa, che rivedo volentieri e con la quale mi sono trovato molto bene. Costa Volpino ha un organico che ha come obiettivo il salto di categoria e secondo me ha tutte le carte in regola per provarci; insieme a Lecco e Albese (nel girone B1, ndc) è l’unica imbattuta del nostro raggruppamento B e questo dice molto sulla sua forza”.

Cosa chiedi alla Chromavis Abo nel prossimo match?

“Mi aspetto di far tesoro degli errori commessi domenica, di lavorare con determinazione durante questa settimana e portare poi il tutto in partita domenica. Cosa chiedo? Sempre le stesse cose, grinta e divertimento. Offanengo è una piazza importante, a volte anche molto esigente che però negli anni ha sempre apprezzato e difeso le atlete che davano tutto al di là del risultato finale. Sono sicuro che tutti noi, dallo staff alle singolare ragazze, possiamo e dobbiamo dare di più e andremo in campo per vincere”.