Giulia Visintini (Chromavis Abo): “Pazienza, concentrazione e aggressività per sfidare l’Esperia”

Chromavis Abo Offanengo Volley B1 femminile girone A

L’opposta friulana di Offanengo guarda al derby di domenica al PalaCoim contro Cremona capolista del girone B2

 

Più una sfida contro la capolista che un derby e ancor di più la voglia di dimostrare il proprio valore al di là dell’avversario. Per Giulia Visintini, la sfida tutta provinciale di B1 femminile in programma domenica alle 17,30 al PalaCoim di Offanengo tra la Chromavis Abo e l’Esperia Cremona va al di là dei sentimenti e dei tratti campanilistici. L’opposta friulana di Offanengo, infatti, incentra l’analisi sul momento delle cremasche e auspica una bella prova della formazione di Dino Guadalupi, reduce – prima del rinvio causa Covid-19 relativo alle avversarie della trasferta di Costa Volpino – dal derby perso 3-0 a Ostiano.

“Eravamo andate là – racconta Giulia, al suo primo anno a Offanengo – con la voglia di vincere dopo il doppio 3-2 subìto contro Don Colleoni e con il desiderio di riscatto dopo la brutta prova dell’andata. Ostiano, però, ci ha messo in difficoltà fin da subito e il filotto accusato ci ha penalizzato. Non siamo riuscite a fare il nostro gioco e a volte fatichiamo a entrare in partita nel primo set. Capita spesso di reagire, ma non abbastanza per ribaltare la situazione”.

Domenica arriverà l’Esperia Cremona, capolista del girone B2 di B1 femminile.

“E’ una bella squadra e questo deve essere per noi una spinta a far meglio. Abbiamo voglia di far bene e ce la metteremo tutta, inoltre giocheremo al PalaCoim. All’andata disputammo un ottimo primo set, mettendo in difficoltà Cremona, ma non riuscimmo a vincerlo e progressivamente l’Esperia si impose”.

Come va affrontata la squadra di Valeria Magri?

“Innanzitutto serviranno molta pazienza e tanta concentrazione; Cremona difende tanto e ha un muro alto. Inoltre, dovremo essere aggressive fin da subito senza tuttavia sbagliare eccessivamente”.

Fin qui la Chromavis Abo non ha raccolto punti nei derby: la ritieni una casualità oppure può esserci una logica di fondo a livello psicologico?

“Per me è una casualità, perché non abbiamo alcun tipo di pressione particolare per questo tipo di partite. Contro Ostiano abbiamo giocato due brutte sfide, con Esperia all’andata l’avversario si è dimostrato superiore alla lunga e per questo sono arrivate le tre sconfitte”.

Come sta, invece, Giulia Visintini?

“A Offanengo mi trovo molto bene e spero di riuscire a dimostrare tutto il mio valore. Per ora sono sicura di non essere riuscita per vari motivi a esprimermi al 100% e ci tengo a farlo”.